08 ottobre 2006

Torta a pois.


Non è bellissima? La mia produzione di ieri, sabato pomeriggio, consta in ben 3 torte, 2 dolci e una salata, da portare in dono, domani, agli amici riuniti al Cottage. Due le cose strabilianti: La prima: ho fatto io la frolla, non quelle che si comprano, cara la mia signora, che sanno di cartone, sa? La frolla vera, eccome, con il burro, quella da lasciar riposare per 30 minuti in frigorifero. E poi, l'ho riempita di una cremina di ricotta e cioccolato, che solo a rimescolarla saliva un profumino paradisiaco. La seconda è che non l'ho neppure assaggiata. Se una pesta in palestra e nuota e nuota e và in bici nell'acqua come un'ossessa e si sfonda di passato di verdura insapore, può mica mandar tutto a gambe all'aria per una fetta di torta, no? Stoicamente, resistetti. E' una crostata, più o meno. Non ci sono le striscioline perchè non le so fare, o meglio, mi vengono brutte e sghembe e più che una crostata sembra la grata di una finestra della Bastiglia, e poi, mistero....Chi mi ha nascosto il mattarello?

3 commenti:

Kjaretta ha detto...

è carinissima anche con i pois la tua torta! Come hai fatto senza mattarello? Bottiglia vuota?
Comunque se fai la frolla vera, eccome, con il burro, quella da lasciar riposare per 30 minuti in frigorifero metteci un arma per personalizzarla. con ricotta e cioccolato una grattatina di buccia di limone bio è una favola.
baci

Kjaretta ha detto...

arma è aroma, of course ;-)

Diamanterosa ha detto...

Grazie infinitissime. A dire il vero ci avevo pensato ma poi ero tutta presa dalla preparazione e dalla fretta e mi è passato di mente. No, niente bottiglia vuota, l'ho stesa a mano libera, come si dice. Infatti in alcuni punti era più spessa, ma era il suo bello, no?:-)