13 ottobre 2007

Do you know cassoeula?


Viene da dire, yes please. In tempi di sushi e sashimi, signora mia bella, le cose più semplici hanno un suono così inusuale e dire, Stasera faccio la Cassoeula risulta, e che glielo dico a fare, piuttosto snob. Così, com'è, come non è, ecco approntarmi per la cena di questa sera, appunto, aiutata dalla Princi che mi ha scattato questa istantanea, spiegandole che, se una vuol proprio essere oca e non trova nessun accessorio, vanno benissimo le foglie più esterne del cavolo verza adoprate alla bisogna in guisa di ventaglio. Il risultato, eccolo qui. Ma la ricetta della cassoeula, detta anche ragò, ma soltanto nella parte più estrema dell'Oltrepadania, da ove io provengo? Ecco, vado tosto ad illustrarvela.
E' un piatto non proprio leggerissimo. Una volta a stagione, si può fare.
Servono le puntine di maiale.
Le carote.
Il sedano.
La cipolla bianca.
Olio.
Il cavolo verza. Che dovrebbe aver preso la prima gelata, ma di questo passo, se avessi aspettato la prima gelata lo avrei cucinato verso febbraio e non andava bene.
Un cucchiaino abbondante di immancabile Saporita.
Che dire del procedimento.
Si piazzano le puntine nel soffritto e, bagnandole vieppiù con del brodo, si fanno cuocere. A dieci minuti dallo spegnimento del tutto si aggiungono con grazia le foglie del cavolo verza, spezzettate a mano, si è raccomandata Mia Mamma, chè tagliarle è un sacrilegio.
Una scuola di pensiero aggiunge un sguincio di superconcentrato di pomodoro e due chiodi di garofano. A piacer vostro.
A me sembrerebbe buono.
Dirovvi la faccia dei commensali, di tutto, tuttissimo rispetto.
E il mio Sposo, vista l'immagine disse Ma Sembri Una Geisha!
Sì. Col cavolo.

5 commenti:

Adrenalina ha detto...

Ma sei un mitooooooo il cavolo a mò di ventaglio!! E che belli i suoi occhioni signora!!
Certo che mi hai fatto sul serio sorridere leggendo la tua bellissima ricetta, una ricetta un romanzo :)
Ma poi sta saporita, dove la trovo???
Dici di farmela comprare dal convivente sull'isola sarda???
Brava brava :*

fux ha detto...

Questa foto è uno spettacolo! Complimenti all'art director, nonchè copy-wryter, e anche alla princifotografa.
Da conservare, da conservare!
Bacissimi.
Franci

Elisa - Basilico&Co. ha detto...

La cassoeula!!.. mia mamma ahimè la fa spesso appena trova le verze, (dico ahimè perchè se pur mi piace la sua pesantezza mi vien su fino al giorno dopo.. !!ma ora che non vivo più con lei avrei voglia di un bel piattino caldo fumante!!)
la tua ricetta è diversa.. magari, un giorno quando capito a casa che l'ha fatta ne scriverò la ricetta.. complimenti per il blog, ancora non lo avevo letto.

ciaoo

Viviana ha detto...

Io in effetti non è che la Knowessi propriamente a maraviglia.. anzi purtroppamente neppure la mangiai...
Sei troppo forte... e hai due occhi ricchi di vitalità!!! Un piacere scoprire i tuoi blog, mo vado a ringraziare Adrenalina a dovere!
ciaooo

Gourmet ha detto...

la signora in questione è bella e molto anche!
e speciale.. ha una famiglia bellissima ed è ricca d'animo e d'amore...
un abbraccio