30 marzo 2008

Basta il Basmati.

Oggi, gasata come sono per tutte le vicende, siamo sull'esotico. Adoro il riso basmati in qualunque modo esso mi venga proposto. Ho adorato il ristorante thai di Londra dove mi è stato servito in una specie di barattolino di bambù che, se non avessi avuto vergogna, paura e se non fossi più che educata e sapessi benissimo che queste cose non si fanno, beh, me lo sarei infilato nella borsa, da quanto era carino. Una sera di queste riproverò a fare una cena interamente thai, mi piace e mi piace assai, così faccio pure la rima e non ci penso più. Questa insalata di riso basmati nientissimo ha a che vedere con la cucina thailandese, ed è comunque molto gradevole. Semplice e velocissima, colorata e profumata quanto basta. Un pò come il giardino, insomma. Ma ecco svelato qual che occorre per una sciccheria di siffatta portata.
Prima di tutto, il riso basmati.
Poi una cipolla rossa di tropea, che ancora insistono a chiamarla Rossa, ma signori miei, lo vedete o non che essa è VIOLA?
Una decina di pomodorini secchi sottolio ma sgocciolatissimi.
Una scatoletta di tonno, sgocciolatissimo anch'esso.
Una confezione di feta.
Un pizzico di sale, ma è superfluo ricordarlo, c'è già la feta.
Procedimento, nessuno o quasi, salvo lessare il riso piuttosto al dente e mescolare tuti gli ingredienti.
Una bella ciotola, un bel cucchiaione, e tante scodelline da riempire.
Certo, se avessi i cestini di bambù....

3 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

ottima e veloce questa ricetta per gli ingredienti per me figlia del sud buon inizio di settimana

ROMINA ha detto...

Questa insalata di riso deve essere squisita...grazie! A proposito del post precedente, ti do il benvenuta nel mondo dei fissati con lo zucchero Mascobado e ti voglio suggerire una ricettina di una semplicità abissale, ma secondo me da leccarti i baffi ( spero per te che tu non ce li abbia...): prendi dell'ottima ricotta, la spruzzi di Vin Santo, la cospargi di abbondante Mascobado e di qualche scaglietta di cioccolato fondente amaro...che ne dici? Un abbraccio, sei simpaticissima!

Jo Mason ha detto...

Se non mi dici dove si comprano i piattini a fiore viola non ti parlo mai più, giuro!