19 aprile 2007

Il paese dei lìmoni.

Detto così, con l'accento sulla prima i. Questa la pasquale raccolta. Non ho grande fantasie in materia di limoni. Si può fare la limonata, bella scoperta. O i limoni canditi, o grattuggiarne la buccia nell'impasto della torta. E poi? Ah, ecco. il limoncello. La cosa non mi attira, primo perchè non bevo superalcolici, anche perchè se appena bevo un bicchiere di vino mi gira la testa e comincio a ridere e a dire cretinate e ne dico già abbastanza da sobria, lo so, la battuta veniva perfetta, ma non dista molto dal vero, qualche volta. However, che si fa? Ho un'amica che, considerando il limoncello troppo popolare, ha ben pensato una volta, di farmi dono di una bottiglia di Crema di Limoncello. E fatto da lei, non so se mi spiego. Comunque, io non lo farò. Ho cercato la ricetta e l'ho trovata. In un giorno di particolare sdilinquimento, la rispolvererò. E se mai a casa mia, vi venisse offerto un limoncello fatto da me, sappiatelo. E' frutto di un giorno sdilinquito. Ora però, vado sul Devoto Oli a vedere bene che cosa significa. Eppure, stamattina a colazione, giuro, il limoncello non l'ho bevuto.
E poichè non è farina del mio sacco, la ricetta non la copierò. Al massimo, la prossima volta, vi offrirò un caffè. Sdilinquito quanto basta.

3 commenti:

Lory ha detto...

Ma che carino il caffè sdilinquito...!
passata di qua grazie a Gloricietta,complimenti per il tuo blog,e che invidia i tuoi limoni!
Lory

Anonimo ha detto...

che bei limoni!
io ho trovato una ricetta divina in cui ne grattugi la buccia sul pesce. La trovi qui:
http://lossoelalisca.blogspot.com/2007/03/filetti-di-pesce-san-pietro-gratinati.html
ciao
B.

alemu ha detto...

stavo per consigliarti anch'io la crema di limoncello. ricetta passata da un'amica ma mai fatta nemmeno io. volevo provarla per i cestini di Natale ma ho optato per il liquore al cioccolato. troppo banale, il limoncello! così, anch'io, aspetterò tempi migliori. tutti consigliano il citron confit (sigrid docet) o la lemon curd...